Chi sono

Il mio motto?

"Non ce la faccio più non esiste"

“Non ce la faccio più” è un’espressione che non esiste nel mio vocabolario, che non dovrebbe esistere nel vocabolario di nessuno.

 Pensate a quante volte invece l’avete detto. Tornando dal mercato con le braccia cariche di sacchetti o, al parco, correndo l’ultimo giro dei tre che avevate programmato. 

E non sono forse sempre arrivati a casa quei sacchetti? Non avete forse sempre finito quei tre giri? Sì, sì, sì; e sapete perché? 

Perché la maggior parte delle volte che ci recitiamo il “non ce la faccio più”, abbiamo in corpo ancora tanta energia per fare almeno il doppio di quanto fatto fino a quel momento. 

Provate a smetterla anche voi di dirvelo, o almeno cominciate a ridurne l’uso: vedrete che vivrete meglio, ma molto meglio. 

Seguendo questa filosofia, dopo aver praticato il pugilato fino al professionismo e avendo giocato a rugby in serie A, sono arrivato non più giovanissimo alla corsa.

Iniziato per riconquistare un peso che no fosse tacciabile di obesità, ho dapprima rincorso e raggiunto desideri, come ad esempio correre la maratona sotto le tre ore, per poi coronare tre GUINNESS WORLD RECORD.